La valutazione delle Marine

La valutazione delle marine di progetto è un'attività molto complessa, dato che le varie previsioni urbanistiche devono essere messe a sistema per definire le categorie di attività omogenee che sono ricomprese nelle stesse. Spesso una marina raggruppa attività di darsena, hotel, ristorazione, camping, aree ambientali, parco giochi con fini e potenzialità diverse. Non ultime le valutazioni sul dinamismo morfologico del sito, in quanto ci si trova spesso a programmare scavi per i canali dove i fondali non sono rocciosi, valutare le eventuali bonifiche ambientali. L'ubicazione ed il tipo di clientela potenziale rappresenta altresì elemento per la determinazione del reddito potenziale, quindi del ritorno sull'investimento. Le singole attività vedono fruitori di diverso tipo. Oltre a determinare la valutazione, è importante determinare il mercato a cui si rivolge tale bene immobiliare, visto che ogni comparto vede interessati fondi di investimento con caratteristiche ben diverse. Non ultime le normative del settore nautico, che, con la loro evoluzione possono portare pesanti aggravi al settore, come la tassa di recente abolizione sul possesso delle imbarcazioni introdotta dal Governo Monti, causa della fuga di molte imbarcazioni all'estero e del crollo del mercato interno. Ora il rapporto con barche e nautica torna a essere virtuoso. La valutazione delle marine coinvolge quindi molteplici aspetti socio-economico-politici, che nella loro iterazione tra gli stessi portano a risultati differenti.

I commenti sono chiusi

<-- ezapp prot2 - ezpp_pn /notizie/la-valutazione-delle-marine/-->